Forum & Community

Microgreens: come i...
 
Notifiche
Cancella tutti

Microgreens: come iniziare

1 Post
1 Utenti
0 Likes
908 Visualizzazioni
Alessandro Mastrandrea
(@alessandro)
Eminent Member Admin
Topic starter
 

Ciao Preppers!

Ho deciso di aprire questo topic oltre all'articolo dedicato ai Microgreens sul sito (se te lo sei perso lo trovi qui: Microgreens:cosa sono e cosa acquistare per iniziare) perché credo meriti un approfondimento che, per forza di cose, non riesco a sviluppare in un semplice ed unico post. 

Prima di partire con i primi test che hanno avuto come oggetto la coltivazione di semi di girasole, mi sono documentato parecchio: ho seguito dei corsi, fatto ricerche e visto più o meno l'intera offerta presente su Youtube. La sintesi e lo "speedrun" di quello che è accaduto lo puoi trovare qui ( https://www.youtube.com/watch?v=eVshdzFynMc ) tuttavia vorrei spendere due parole su alcuni dettagli che a mio avviso sono fondamentali.

Impostazione dei vassoi e semina

Il primo aspetto che influisce direttamente sulla crescita dei microgreens è il substrato. Mi sono accorto che, nonostante a primo impatto possa sembrare strano, preparare un substrato di fibra di cocco molto sottile (nell'ordine di qualche millimetro) agevola la crescita dei germogli e il loro radicamento. 

In diversi test post-video ho eliminato la parte "lanosa" della fibra di cocco, mantenendo esclusivamente la parte più simile al terriccio, quasi alla polvere. Distribuendola delicatamente - avendo cura di recuperare quella che filtra attraverso le maglie del vassoio - ho notato che i semi si sviluppano più velocemente, radicano meglio (quindi pescheranno più facilmente l'acqua dal vassoio) e diminuiamo notevolmente la possibilità che si formi la muffa.

Per quanto riguarda i semi, invece, è bene lasciarli in ammollo per 8-9 ore prima di distribuirli uniformemente sui vassoi. Una più elevata concentrazione di acqua ossigenata nel vaporizzatore d'acqua che impieghiamo fino alla germinazione è fondamentale per scongiurare la formazione di muffa. Infatti, aumentando la concentrazione, se prima tutti i vassoi sviluppavano muffe, nei test che ho effettuato solo un vassoio era affetto da questo problema e in maniera lieve.

Pressa e Blackout

I semi di girasole necessitano di 3-4 giorni di pressa (vassoi uno sopra l'altro, gravati da un peso) per sviluppare le radici. In questa fase luci e ventole possono rimanere spente. Passati i 4 giorni, saranno necessari altri 4 giorni di blackout (vassoio capovolto a coprire il letto di crescita). In questa fase, è bene accendere le ventole poiché aiuteranno nel tenere a bada la muffa, oltre a garantire una corretta circolazione d'aria nella seconda fare dello sviluppo del germoglio. 

Infine, dopo 8 giorni, potremo scoprire i nostri microgreens e attendere ancora un paio di giorni per farli sviluppare e procedere alla raccolta. Luci e ventole sempre accese.

Irrigazione

Durante tutta la fase che intercorre tra la semina e la fine del blackout sarà necessario vaporizzare con acqua + acqua ossigenata. Inumidite semplicemente i vassoi senza che siano mai zuppi.

In seconda battuta, annaffiate con circa 600 -700 ml d'acqua nel fondo del vassoio senza più vaporizzare, o meglio, vaporizzando solo in caso di muffa. 

Raccolto

Giunti a circa 15 giorni o comunque allo sviluppo dei microgreens, tagliate i gambi et voilà. I microgreens si conserveranno in frigo per circa 15 giorni. 

Spero che questa mia piccola esperienza ti sia stata utile.
A presto!

 

Alessandro
Founder @ItalianPrepper.it

 
Pubblicato : 14 Gennaio 2021 16:16
Condividi: