Non siamo tutti uguali.

Questa è una presa di distanze e una condanna per tutti i comportamenti illegali ed estremisti che ledono la community italiana del prepping.

Alla luce delle ultime vicende di cronaca che hanno visto coinvolti, in comportamenti assolutamente deprecabili, soggetti che autonomamente si definiscono “Prepper”, l’AIP – Associazione Italiana Prepper e ItalianPrepper.it condannano fermamente questi comportamenti. 

Con il presente comunicato si vuole sottolineare come il prepping nel contesto italiano – il quale è inteso come citizen preparedness – è di quanto più lontano dall’interpretazione che viene impropriamente affibbiata dai mass media. Questi,  a causa dei comportamenti deviati e marginali di singoli individui, associano con leggerezza un’immagine distorta, persino folkloristica, all’intera community senza gli opportuni distinguo. 

Rileviamo, con non poco rammarico, che da un punto di vista mediatico non si perde occasione per aggiungere confusione ad un contesto complesso nel quale, a fatica, si cerca di divulgare l’idea di una maggior consapevolezza sui rischi individuali collegati a potenziali scenari emergenziali. Dissesto idrogeologico, terremoti, incendi, esondazioni, siccità, pandemia, riscaldamento globale, crisi energetiche, sono tutti situazioni concrete che puntualmente si verificano e impongono il loro pesante costo sociale. Comprendere i rischi che i singoli, le famiglie e le varie comunità possono correre è di fondamentale importanza per approntare soluzioni che scongiurino o minimizzino l’impatto negativo di questi eventi è la ragione principale che muove l’individuo ad una preparazione.

Questo è lo spirito che anima chi pratica il prepping. Tutti i comportamenti privi di raziocinio nonché fondamento scientifico, estremi finanche illegali sono da condannare e non rispecchiano nella maniera più assoluta i valori di queste community che, giorno dopo giorno, spendono tempo ed energie nella divulgazione di queste tematiche.

Scarica il comunicato

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.